Lo Scrigno della Morte 

E' possibile ordinare la copia anche inviando la richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. inserendo i dati per essere contattati.

----------§----------

Romanzo di fantasia, con appassionanti vicende di un Capitano della marina tedesca. I ricordi del passato si intrecciano con la realtà, portando il protagonista a vivere l'avventura sul ritrovamento di uno scrigno. Non sempre lo scrigno è come ci si immagina.

----------§----------

  

Come ogni mattina

 

Langen - Germania del Nord - febbraio 2002

Sono le 07.30, fuori dalla porta di casa, il vento gelido fa sentire ancora la presenza dell’inverno, il cielo è una nuvola fino all’orizzonte, il colore omogeneo annuncia l’imminente nevicata.

Disteso sul davanzale della finestra, assopito dal tepore del termosifone, svogliatamente sbadiglia, lo sguardo attento a ogni movimento, orecchie ritte come radar, Miky gatto tigrato europeo, con striature rossicce e bianche, osserva il suo padrone. Oltre la soglia di casa, Karl si alza il bavero del cappotto per ripararsi dal vento, capelli argento pettinati all’indietro, occhi verdi come smeraldi, sguardo profondo e intenso, viso segnato dal tempo. Attualmente in pensione dopo anni di onorato servizio. Aiutato dal suo inseparabile bastone, compagno da molti anni, è in attesa dell’auto che lo accompagnerà come ogni mattina a Bremerhaven, dove è stato costruito il museo della marina tedesca, in sostituzione di quello distrutto dai bombardamenti su Berlino.

Nato in un paesino di campagna, da una famiglia contadina, ultimo di cinque figli, ebbe la fortuna di completare gli studi e diplomarsi, dimostrando una dote nell’apprendimento, superiore alla media rispetto ai suoi coetanei. I venti di guerra, portarono Karl a decidere del suo futuro. L’arruolamento era un obbligo, i suoi fratelli furono inquadrati in fanteria, Karl da sempre affascinato dalla vastità del mare, si arruolò all’accademia della marina. Nel gennaio 1940 la promozione a tenente. Finita l’accademia, gli fu assegnato il primo incarico, imbarcato quale ufficiale addetto al timone, su una nave mercantile. In breve tempo, grazie alle sue doti intellettive riuscì a raggiungere, il grado di capitano, prima dei suoi camerati pari corso. Divenne così il Capitano del più temuto sommergibile di quel periodo, l’U-BOAT.

La vita è piena di sorprese e il destino, a volte, è più crudele del previsto.

 

 

Continua la lettura cliccando qui ---->  Lo scrigno della morte ©